Quando scadono i debiti in Spagna

   Prescrizione del debito spagnolo

È normale che a un certo punto della nostra vita abbiamo avuto un debito verso una società o un'altra personaPuò anche darsi che ci sia dovuto del denaro. Sebbene sia qualcosa di molto comune, non molti sanno che quando arriva il momento, Un debito può prescrivere, cioè cessa di esistere e di questo vogliamo parlarvi proprio in questa pubblicazione.

I debiti sono per sempre?

Di solito le persone che contraggono debiti tendono a pensare che il loro l'indebitamento prevale fino al pagamento dell'importo totale sono stati prestati, oltre agli interessi. La verità, tuttavia, è che in Spagna i debiti non sono eterni o per sempre. I debiti prescrivono e lo fanno in modi diversi, ad esempio:

  • Prima di tutto, un debito ovviamente prescrive quando la somma di denaro dovuta è completamente estinta.
  • Ciò che è noto come "prescrizione del debito ", che si verifica quando, trascorso un certo tempo, il debito viene semplicemente cancellato, anche se il debitore continua a non saldare tutto ciò che deve.
  • Allo stesso modo, può essere presentato un risarcimento che il contribuente che ha il debito con l'Agenzia delle Entrate, compensi il debito con il denaro che dovrebbe essere ricevuto come restituzione dell'imposta sul reddito delle persone fisiche.
  • Sebbene sia una rara prescrizione di debito, la condanna è anche un altro modo in cui i debiti prescrivono. Questa situazione si verifica quando il creditore "condona" il debito.

Qual è il termine in cui sono prescritti i debiti in Spagna?

In realtà tutto si basa sul tipo di debito contratto. Attualmente, il codice civile spagnolo ne stabilisce un massimo termine fino a 5 anni per la prescrizione di un debito, ma questo vale solo per quei debiti che non hanno una prescrizione espressamente stabilita. Esistono quindi termini diversi per diversi tipi di debiti.

  • Se è un prestito ipotecario, la prescrizione del debito è stabilita fino a 20 anni. Nel caso di un'azione ipotecaria, persona che non ha specificato un termine speciale per la prescrizione del debito, la durata è di 15 anni.
  • Nel caso di debiti con la Previdenza Sociale e con il TesoroQuesti prescrivono per un periodo di 4 anni.
  • Se si tratta di debiti per prestiti non ipotecari e che sono stati concessi dalle banche, gli interessi che si applicano prescrivono dopo 5 anni. Nel caso del debito principale, questo prescrive anche dopo 5 anni. Tuttavia, se il debito è stato acquisito tra il 7 novembre 2000 e il 7 novembre 2005, il termine di prescrizione è di 15 anni.
  • Per quanto riguarda il debiti derivati ​​da alimenti, pagamento di servizi, affitto di alloggi, la sua prescrizione è di 5 anni.

Cosa può fare il creditore prima della prescrizione dei debiti?

Quando il creditore si trova di fronte a una situazione in cui il debitore semplicemente non paga ciò che deve, può ricorrere procedure giudiziarie o extragiudiziali per presentare una richiesta di pagamento. In questo senso, la normativa vigente prevede che un creditore possa sospendere la prescrizione del debito in modo che non si estingua e perda i suoi soldi.

Prescrizione del debito spagnolo

I diversi modi in cui un creditore può interrompere la prescrizione di un debito sono:

  • Inviando un burofax
  • Attraverso una causa
  • Con un processo di riconoscimento del debito
  • Rinunciare al prestito e conseguentemente ricevere il pagamento del debito

È importante capire che quando il creditore fa qualsiasi azione per reclamare un debito, quello che stai facendo è fondamentalmente fermare la prescrizione del debito. Ciò significa che il tempo necessario affinché il debito scompaia nel tempo ricomincia da zero. Questo ovviamente, una volta che il debitore è stato informato che questa richiesta di debito è stata presentata.

Ad esempio, quando hai un inquilino che non ha pagato l'affitto per la proprietà, il creditore può presentare una domanda di pagamento in modo giudiziale o stragiudiziale, in qualsiasi momento prima che siano trascorsi i 5 anni da quando il debito è stato contratto. Lo stesso termine di 5 anni per l'estinzione del debito ricomincia da zero.

Reclamo extragiudiziale

Se vuoi fermarti prescrizione di un debito, è essenziale che si possa verificare che il creditore ha contattato il debitore. Quando accade qualcosa del genere, la cosa più consigliabile è inviare un burofax contenuto certificato, in cui viene presentata la richiesta di pagamento. Inoltre, e con l'obiettivo che il debitore possa sostenere che detta comunicazione non è ben fatta, è meglio che sia redatta da un esperto in materia, in questo caso un avvocato specializzato in crediti.

La cosa normale è che si tratta di una scritta in cui viene indicato il debitore che ha ancora un debito pagabile al tuo creditore. Per dare maggiore validità al documento è possibile allegare anche tutte le informazioni che comprovino l'esistenza del suddetto debito, anche se questo non è obbligatorio. Nello stesso documento, ti viene anche dato un termine per saldare il tuo debito e indicare anche il modo in cui puoi effettuare il pagamento del debito. Questa scrittura non deve necessariamente riferirsi all'interruzione della prescrizione.

Reclamo giudiziario

La rivendicazione giudiziaria del debito richiede il passaggio alla procedura civile e in questi casi il più appropriato è il processo di ordine per il pagamento. Questo processo consiste nel presentare il reclamo, nonché la documentazione da cui deriva il debito. Una volta accertato tutto ciò, il giudice richiede al debitore di saldare quanto dovuto o anche di opporsi entro un termine non superiore a 20 giorni.

debiti alla data di scadenza

Nel caso in cui il debitore non salda il suo debito dopo che il processo di ingiunzione di pagamento è stato eseguito o addirittura non si è verificato, il processo di ordine di pagamento viene interrotto ed è allora che il creditore può richiedere l'esecuzione. Ora, se gli importi che vengono richiesti nella procedura di ingiunzione di pagamento superano i 2.000 euro e il debitore si oppone, allora nel processo dichiarativo derivato da questa situazione sarà richiesto l'intervento sia di un avvocato che di un avvocato.

Quindi il giudice avrà il compito di affrontare le pretese di entrambe le parti e determinerà se esiste o meno un debito. Nel caso in cui la delibera del giudice favorisca il creditore, allora stabilirà un periodo per il debitore liquida completamente il suo debito. Se nonostante tutto ciò, il debitore non vuole o non può pagare ciò che deve, l'ultima risorsa è il processo di esecuzione del giudizio, in cui ciò che procede è il sequestro dei beni del debitore per coprire ciò che dovrebbe.

E la prescrizione del debito su una carta di credito?

Attualmente, l' periodo di prescrizione per il debito su una carta di credito è di 5 anni, che vengono conteggiati a partire dal momento in cui può essere richiesto l'adempimento dell'obbligo. Vale la pena ricordare che in precedenza il termine di prescrizione era di 15 anni, ma grazie alla riforma dell'articolo 1964.2, paragrafo 5, del codice civile, ora è di soli XNUMX anni.

prescrizione di debiti

Il più delle volte quando ne hai uno debito della carta di credito, il reclamo viene presentato tramite una procedura di ingiunzione di pagamento. Nel caso della prescrizione di un debito della carta di credito, è necessario argomentare questa circostanza come "Motivo dell'opposizione" all'ordine per il processo di pagamento.

Questo cambiamento in prescrizione di un debito della carta di credito, presume che tutti i debiti che provengono da una carta di credito e che sono stati contratti dopo il 7 novembre 2015, hanno uno statuto di prescrizione di 5 anni a partire dal quale può essere richiesta la conformità.

D'altra parte, tutti i debiti con carta di credito dopo il 7 novembre 2005 e prima del 7 novembre 2015, la loro prescrizione sarà il 6 novembre 2020. Nel caso di debiti con carta di credito prima del 7 novembre 2005, avranno la durata media dal momento in cui potrebbe essere richiesta la conformità, oltre a 15 anni.

I debiti con banche e previdenza sociale prescrivono?

Se vuoi sapere a che ora scadono i debiti con le banche, La prima cosa da fare è controllare che tipo di prestito hai contratto. Attualmente la prescrizione dei debiti con le banche ha una durata di 15 anni che si conteggia dall'ultima notifica al debitore.

Nel caso della Previdenza Sociale, la normativa vigente prevede che il debito scada dopo 4 anni, ma solo nelle seguenti situazioni:

  • Azioni per imporre sanzioni in conseguenza del mancato rispetto delle norme di previdenza sociale
  • Azioni per esigere la liquidazione del debito per contributi previdenziali
  • Diritti dell'Amministrazione della sicurezza sociale per la determinazione di tutti quei debiti con la sicurezza sociale e che sono quote.

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Rodrigo suddetto

    Buongiorno, non capisco l'ultima parte, dove si dice: "Attualmente la prescrizione di debiti con banche ha una durata di 15 anni che si conteggia dall'ultima notifica al debitore". Forse un prestito personale senza garanzie reali non è coperto dalla riforma del termine di prescrizione di soli 5 anni ?.
    grazie

  2.   debitore ipotecario suddetto

    Qual è la legge della seconda possibilità?
    La legge sulla seconda opportunità, la riduzione degli oneri finanziari e altre misure sociali, è in vigore in Spagna dal 2015. Per molti anni è stato affrontato il cosiddetto "meccanismo della seconda opportunità". Dov'è questo? Fondamentalmente, si tratta della possibilità che una persona fisica, che deve una certa somma di denaro, chieda l'esonero o il perdono di quel debito.

    Come suggerisce il nome, la legge della seconda possibilità è una nuova opzione per generare accordi con i creditori, annullare o esonerare i debiti. In pratica, è un ottimo strumento legale per queste persone per uscire dalla loro situazione e tornare alla loro quotidianità. Vuoi sapere come uscire da una difficile situazione economica? Prendi nota, molte persone in situazioni simili alla tua hanno beneficiato di queste misure.