rapporto di disponibilità

Il rapporto di disponibilità ci aiuta a prendere decisioni

Ci sono molti rapporti che possono essere calcolati per fare un'analisi buona ed esauriente di alcune aziende. Conoscere quelli più importanti sarà molto utile quando si prendono decisioni, riflettono la situazione economica di detta società. In questo articolo parleremo del rapporto di disponibilità, spiegando cos'è come viene calcolato.

Se vuoi saperne di più su questo rapporto specifico, ti consiglio di continuare a leggere. Può aiutarti a saperne di più sulla capacità di solvibilità di un'azienda, ad esempio. Alla fine, ciò che conta è scoprire quanti più dati possibili per prendere una decisione quando si investe. Più conosciamo lo stato economico di un'azienda, migliori decisioni possiamo prendere in base al rischio connesso.

Qual è il rapporto di disponibilità?

Il coefficiente di disponibilità fa parte dei coefficienti di solvibilità

Nel mondo dell'economia e della finanza è fondamentale conoscere e saper calcolare alcuni rapporti per fare una buona analisi delle aziende e prendere così decisioni importanti. Ma cosa sono esattamente i rapporti? Bene, sono strumenti molto utili. analizzare la situazione economica e finanziaria di una determinata azienda. Grazie ai rapporti è possibile sapere se un'azienda è stata gestita bene o male. Attraverso questi calcoli, possiamo creare proiezioni economico-finanziarie con una buona base per migliorare il nostro processo decisionale. A nostra volta, garantiamo anche una migliore gestione dell'inventario.

Ora, qual è il rapporto di disponibilità in particolare? Bene, questo è il rapporto che viene normalmente utilizzato quando vogliamo calcolare la capacità di una certa azienda di coprire tutti i suoi debiti a breve termine. Fa parte dei rapporti di solvibilità, il cui obiettivo principale è calcolare la solidità finanziaria della società in questione quando si tratta di far fronte ai pagamenti obbligatori e ai debiti.

In questo caso, il cosiddetto indice di disponibilità ordinaria si concentra sul calcolo della capacità dell'azienda di far fronte a tutti i pagamenti obbligatori nel breve termine. In altre parole: il rapporto di disponibilità ci aiuta a scoprirlo la difficoltà o la facilità che una determinata azienda ha nell'adempiere ai propri pagamenti obbligatori in un periodo generalmente inferiore a 365 giorni.

Come viene calcolato il rapporto di disponibilità?

Per calcolare il rapporto di disponibilità dobbiamo conoscere le attività disponibili e le passività correnti dell'azienda

Ora che sappiamo qual è il rapporto di disponibilità, vediamo come viene calcolato. Non preoccuparti, è un compito davvero semplice. Naturalmente, ci sono un paio di dettagli sui conti dell'azienda che dobbiamo conoscere per applicare la formula. Sono i seguenti:

  1. Patrimonio disponibile della società: Il patrimonio disponibile di una società è il valore con cui la stessa conta in contanti per poter far fronte ai propri debiti e pagamenti obbligatori. In altre parole: è il denaro che l'azienda in questione ha immediatamente nei suoi conti. Le attività disponibili fanno parte delle cosiddette attività correnti, ma attenzione, non sono le stesse. Nel caso dell'attivo circolante si tiene conto anche delle cd attività realizzabili. Quest'ultimo è un insieme di asset che finiscono per diventare un asset disponibile a breve termine per l'azienda.
  2. Passività correnti della società: Per quanto riguarda le passività correnti, con questo termine si intende quella parte di passività formata da debiti e pagamenti che deve essere pagata nel breve termine, cioè in meno di un anno. Un altro nome dato a questi dati è "richiesta a breve termine". Comunque sia, entrambi i termini si riferiscono a tutti quei debiti che la società ha che devono essere saldati entro 365 giorni.

Una volta ottenuti questi due dati, non resta che applicare la formula per scoprire qual è il rapporto di disponibilità. Vedrai che è molto semplice da eseguire:

Rapporto di disponibilità = attività disponibili / passività correnti

Interpretazione del risultato

Molto bene, ora sappiamo qual è il rapporto di disponibilità e anche come calcolarlo. Tuttavia, c'è un dettaglio importante che dobbiamo commentare: Come interpretare il risultato. Vediamo cosa significano i numeri ottenuti:

  • Risultato tra 0,1 e 0,15: Questo sarebbe un risultato ottimale. Significa che l'azienda è in grado di far fronte a tutti i suoi debiti.
  • Risultato inferiore a 0,1: In questo caso, ciò che ci dice il rapporto di disponibilità è che l'azienda ha pochissime risorse per far fronte a tutti i debiti che ha. È di più: potrebbe arrivare a una situazione di mancato pagamento.
  • Risultato maggiore di 0,15: Se il rapporto di disponibilità risulta essere maggiore di 0,15, potrebbe significare che l'azienda in questione non sta utilizzando bene tutte le risorse di cui dispone.
Per effettuare le analisi di bilancio devono essere utilizzati diversi rapporti.
Articolo correlato:
Analisi di bilancio

Nel caso in cui il risultato sia superiore o inferiore a quello ottimale, è importante chiedersi perché è così e svolgere un'analisi esauriente, come può essere dovuto a varie cause. Alcuni settori tendono a superare il rapporto di disponibilità, inferiore o superiore, in determinati momenti. Ciò è dovuto alla natura della loro attività. Un esempio potrebbero essere quelle aziende che di solito effettuano pagamenti frequenti ai propri fornitori, come i supermercati. Le sue passività correnti sono generalmente maggiori, poiché il pagamento dei debiti è generalmente a breve termine.

Per concludere, possiamo quindi dire che, qualunque sia il rapporto che stiamo calcolando, Si consiglia di confrontare i dati dell'azienda in questione con altre aziende appartenenti allo stesso settore. In questo modo scopriremo se il risultato è normale o meno. Vi consiglio inoltre di confrontare il risultato ottenuto per il rapporto di disponibilità con la storia dell'azienda. In questo modo possiamo vedere come è cambiata la gestione svolta in quella società.

Comunque sia, il rapporto di disponibilità è un ottimo modo per saperlo se una società è solvibile o se avrà problemi a pagare i propri debiti, almeno a breve termine. In quest'ultimo caso, la società in questione potrebbe soffrire molto sul mercato azionario e anche sul mercato obbligazionario.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.