Perché Repsol non smette di scendere?

Essendo uno dei valori più consigliati dai più famosi analisti finanziari, la grande sorpresa delle ultime settimane è che il prezzo dei loro prodotti non smette di scendere. Essere in 14 livelli di euro, quando qualche giorno fa era sopra i 15 euro per azione. Di seguito offriremo alcuni dei motivi per cui Repsol non ha preso piede nei mercati azionari. In un contesto in cui l'indice selettivo delle azioni nazionali è più favorevole di quanto inizialmente previsto. A livelli che oscillano tra 9.000 e 9.400 punti.

Ma alla fine non è stato quello che una buona parte dei piccoli e medi investitori si aspettava e che erano in grado di rendere redditizi i propri risparmi. Avendo il tuo etichetta del prezzo superiore a 17 euro per azione, secondo le ultime segnalazioni dei diversi intermediari finanziari. Ma il suo comportamento è stato peggiore rispetto al resto degli stock integrati nello Ibex 35. Con una divergenza che al momento supera i cinque punti percentuali.

D'altra parte, è anche importante sottolineare che questo titolo offre molta liquidità e questo aiuta gli investitori a regolare i loro prezzi di acquisto e vendita. Come i loro titoli, si muovono molto spesso per cambiare di mano. Non sorprende che Repsol sia una delle blue chip delle azioni spagnole, insieme ad altri titoli come Endesa, Santander, BBVA o Iberdrola, tra le più importanti della Ibex 35. Essendo l'unico valore del potente settore legato alla commercializzazione del petrolio, pur mancando la concorrenza di altre società con caratteristiche simili.

Repsol: potenziale di rialzo

Se questa società quotata si caratterizza per qualcosa è perché è una di quelle che offre il maggior potenziale di rivalutazione. Con livelli che oscillano tra il 5% e l'15%, sulla base dei report emessi dai diversi agenti presenti sui mercati azionari. Ebbene, in questo senso va sottolineato che se prendi posizioni hai più da perdere che vincere in questo momento. A meno che non ci sia un cambiamento di tendenza, almeno nel medio e lungo termine, che fa guardare a questo elenco con un po 'più di ottimismo. E in questo modo sono in grado di raggiungere il loro prezzo obiettivo in un periodo di tempo più o meno breve.

D'altra parte, va sottolineato che questo valore è fortemente influenzato dalla domanda di energia nel mondo e qualsiasi deviazione al ribasso può portare a un calo molto significativo dei mercati azionari. Soprattutto se sei accompagnato da un file taglio dei prezzi dei principali indici di borsa nel mondo e, nello specifico, spagnolo. Sono variabili che alla fine saranno fondamentali per il prezzo di questo importante valore sul mercato azionario spagnolo. Con prospettive a breve termine, per il momento molto fosche.

Dipendenza dal prezzo del petrolio

Un altro aspetto da cui dipende il suo prezzo è lo stato del petrolio nei mercati finanziari. In questo senso, il prezzo medio di un barile di OPEC a novembre è salita a 62,76 dollari al barile finora a novembre, dai 59,87 dollari USA di agosto, 4,83%. Negli ultimi dodici mesi il prezzo di un barile di petrolio OPEC è sceso del 3,93%. Mentre d'altra parte, dal 2003 ad oggi, 131,22 dollari USA è stato il prezzo più alto al quale è stato quotato un barile di greggio, nell'aprile 2003, mentre nell'aprile 2003.

Ciò significa in pratica che il prezzo del greggio non è aumentato come previsto da alcuni analisti di mercato e quindi non si è tradotto in un miglioramento dei prezzi di questa compagnia petrolifera. In caso contrario, al contrario, la sua valutazione è regredita contrariamente alle indicazioni degli intermediari finanziari. Da dove bisogna misurare fino a quali livelli la compagnia petrolifera nazionale può raggiungere in questi precisi momenti. Con un percorso aperto per le diminuzioni che si avvicinano molto ai livelli di circa 13,50 euro per azione.

Distribuzione di un dividendo di 0,45 euro

Un'altra novità che questa azienda Ibex 35 ci ha portato è che il suo consiglio di amministrazione Repsol ha approvato il pagamento della remunerazione agli azionisti nell'ambito del suo programma 'Flexible Dividend'con la formula dello “scrip dividend”, pari a 0,45 euro lordi per azione e imputate all'esercizio 2019. Come la società ha informato la National Securities Market Commission (CNMV), in esercizio dei poteri delegati dall'assemblea generale degli azionisti, il consiglio ha concordato di fissare il valore di mercato dell'aumento di capitale a 687,3 milioni di euro.

Questa è una delle spese di conto più interessanti nell'indice selettivo spagnolo e quindi uno degli incentivi a prendere posizioni nel titolo d'ora in poi. Generando un rendimento annuale e garantito ogni anno molto vicino al 6,50%, e tra le prime dieci società spagnole integrate nell'Ibex 35. In questo modo, puoi ottenere profitti su base ricorrente e qualunque cosa accada sui mercati azionari. Mentre un'altra parte, le sue previsioni per il futuro indicano e riguardo all'obiettivo di investimenti organici per il totale di quest'anno, lo colloca a 3.500 milioni di euro, di cui 2.300 milioni di euro corrispondono a 'Upstream' e 1.200 milioni di euro a ' A valle'.

Danni alle auto elettriche

Questo calo del prezzo dei titoli Repsol può anche essere spiegato dal fatto che l'emergere dell'auto elettrica può avvantaggiare le aziende del settore elettrico, come sta accadendo in questi mesi. Poiché li rivalutano oltre il 20% negli ultimi dodici mesi. Qualcosa che non è successo con le compagnie petrolifere, ma al contrario sono cadute nelle loro posizioni in borsa. Come effetto indiretto sulla variazione dei consumi energetici e che ha cambiato la decisione di acquisto in gran parte dei piccoli e medi investitori.

Questo fatto degno di nota implica che nei prossimi anni ci sarà una minore dipendenza dal petrolio e questo a lungo termine dovrebbe influenzarne il prezzo in misura maggiore o minore. Da questo punto di vista, può essere un problema per le aziende di questo settore energetico a scapito dell'impianto elettrico. D'altronde è necessario influenzare anche questa classe di aziende legate al greggio, che hanno rivolto lo sguardo alla commercializzazione dell'elettricità per ricaricare le auto, come è stato fatto in Repsol. In entrambi i casi, ora è un po 'più lontano dal suo prezzo obiettivo rispetto a uno dei suoi obiettivi per i prossimi mesi.

Infine, ricorda che questo è un valore molto volatile che non è destinato ai profili di vendita al dettaglio più difensivi o conservatori. Dove le principali strategie nel mercato azionario sono sviluppate per evitare azioni indesiderate nelle operazioni e che possono farti perdere molti soldi in esse. Per cui sarà molto pratico imporre un ordine di limitazione delle perdite in modo che le perdite non superino i limiti consentiti dai tuoi interessi generali. E in questo modo, puoi uscire dalle loro posizioni e tornare ad altri valori che sono più attraenti e suscettibili di rendere redditizio il risparmio d'ora in poi. Essendo alla fine della giornata uno degli obiettivi di qualsiasi piccolo e medio investitore, e oltre ad altri approcci di investimento nel mercato azionario. Come effetto indiretto sulla variazione dei consumi energetici e che ha cambiato la decisione di acquisto in gran parte dei piccoli e medi investitori.

Utile netto di quasi 1.500 milioni

Repsol ha ottenuto nei primi nove mesi dell'anno un utile netto di 1.466 milioni di euro, rispetto ai 2.171 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente. D'altra parte, l'assenza di plusvalenze, come quella dalla cessione nel 2018 di la tua partecipazione a Naturgy, e la minore valutazione delle scorte di idrocarburi dovuta al calo dei prezzi del greggio, ha avuto un effetto comparativo negativo di oltre 600 milioni di euro rispetto all'anno precedente.

Mentre invece l'utile netto adjusted, che misura in modo specifico l'andamento dell'attività della società, si è attestato a 1.637 milioni di euro, rispetto ai 1.720 milioni realizzati tra gennaio e settembre 2018. Il cash flow operativo è aumentato del 22%, raggiungendo i 4.074 milioni di euro . Per il CEO di Repsol, Josu Jon Imaz, "la robusta performance del flusso di cassa, in un contesto macroeconomico più debole, mostra la forza della nostra strategia".


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.