Pensione non contributiva: posso accedervi?

pensión Quando si parla di pensioni, una delle grandi incognite è la cosiddetta pensione non contributiva. Ma sai davvero cos'è questo tipo di aiuto sociale? Ebbene, sappi che questa tipologia di pensione è quella che si riferisce a benefici economici e di durata indefinita, anche se non sempre, la cui concessione è generalmente soggetta a previo rapporto giuridico con la previdenza sociale (accreditare un periodo minimo di contribuzione in alcuni casi), a condizione che gli altri requisiti siano soddisfatti.

La pensione non contributiva non è correlata alle rivalutazioni che le pensioni subiscono normalmente in Spagna. Ad esempio, il progetto di bilancio approvato questo martedì dal Consiglio dei ministri prevede un aumento delle pensioni più basse di tra l'1% e il 3%, a seconda del tipo e della classe di pensione, un cenno al gruppo di pensionati che nelle ultime settimane hanno portato avanti molteplici proteste in tutta la Spagna. Ebbene, questi aumenti non incidono sulla pensione non contributiva. In caso contrario, al contrario, rimane sotto gli stessi margini di finora.

Un altro aspetto che devi tenere in considerazione d'ora in poi nella pensione non contributiva è che ha requisiti molto difficili da soddisfare. Perché non tutti possono soddisfare alcuni dei requisiti richiesti per la loro collezione corrispondente. Perché non puoi dimenticare che in misura maggiore o minore la pensione non contributiva è un pagamento sociale a quelle persone che non hanno contribuito per anni sufficienti per poter riscuotere quelle che sono le pensioni contributive. Questa è una differenza importante che devi assumere per la sua perfetta comprensione.

Pensione non contributiva: chi può accedervi?

Ovviamente non tutti hanno accesso a questo tipo di assistenza sociale. Se sei interessato a questo, non avrai altra scelta che sapere quali sono i requisiti che questi sussidi ti richiederanno. Tra quelli che spiccano ci sono quelli che menzioneremo di seguito:

  • Devi avere un file età minima 65 anni e da cui puoi denunciarlo in qualsiasi momento della tua vita.
  • La avrai la residenza legale in Spagna. Per un periodo minimo di almeno dieci anni di residenza. Di cui, due di loro dovevano essere immediatamente precedenti alla data di richiesta della pensione non contributiva e senza interruzione.
  • È necessario necessariamente mancano di reddito. In questo senso, sarai integrato in questo gruppo sociale quando il tuo reddito annuo non supererà i 5.136,60 euro.

Non avrai diritto a nessuna delle pensioni di vecchiaia note come contributive per non aver soddisfatto i requisiti richiesti. Tra questi, uno dei più rilevanti è che non contribuisci da quindici anni al regime generale di previdenza sociale o almeno come lavoratore autonomo.

Importo di questa pensione

dinero Uno degli aspetti più rilevanti è verificare l'importo della pensione non contributiva. Perché non è la stessa quantità di tasse. In caso contrario, al contrario, sono quantità molto inferiori questo non ti permetterà di fermarti potere d'acquisto. Non invano, questo tipo di pensioni speciali sono considerate prestazioni sociali il cui obiettivo principale è quello di soddisfare i tuoi bisogni più immediati. Nient'altro e per questo motivo è una cifra molto bassa che ti può creare qualche altro problema al momento del pensionamento. È qualcosa di cui devi tener conto, è speciale se ti manca il tempo per contribuire quindici anni nella tua vita professionale.

Per confrontarlo con le pensioni contributive, dovresti conoscere il valore di queste dopo gli ultimi aggiustamenti effettuati dal governo della nazione. Bene, pensioni con un importo mensile fino a 700 euro al mese (9.800 euro all'anno) aumenterà quest'anno dell'1,5%, a beneficio di 1,5 milioni di pensionati, mentre aumenteranno un po 'meno le pensioni di importo compreso tra 700 e 860 euro mensili (12.040 euro annui), l'1%, che andranno a beneficio di 880.000 pensionati, secondo i calcoli del governo.

Reddito durante il pensionamento

In ogni caso è assolutamente necessario che tu sappia in tutta intensità cosa riceverai d'ora in poi se opti per la pensione contributiva. Perché le combinazioni possono essere tante come puoi vedere da questi momenti precisi. Non invano, il importo della pensione non contributiva di pensionamento, in quest'anno 2018 sono fissati nei seguenti importi:

  • Totale: 5136,6 euro all'anno.
  • Minimo: 1284,15 euro all'anno
  • Piena maggiorazione del 50%: 7704,9 euro all'anno.

La pensione di vecchiaia non contributiva, invece, non potrà mai superare i 5136,6 euro annui ad eccezione di quelli pensionati di invalidità non contributivo con grado di invalidità pari o superiore al 75%. Dove sarà necessario dimostrare la necessità dell'assistenza di un'altra persona per compiere gli atti essenziali della vita. Se questo è il tuo caso, dovresti sapere che l'importo della tua pensione di vecchiaia sarà superiore del 50% rispetto all'intero importo per questo tipo di prestazioni. Cioè, nell'anno in corso, addebiterai un importo totale per questo concetto di 7.704,90 euro.

Basato sul reddito personale

risparmi Tuttavia, non sarà così facile ricevere gli importi di cui sopra. Tra le altre ragioni, perché l'importo può variare a seconda del reddito personale o del nucleo familiare con cui vivi. In ogni caso, non può mai essere inferiore al 25% dell'intero importo contrassegnato. In altre parole, non può essere inferiore a 1284,15 euro all'anno. Questo in pratica significa che se l'interessato dispone di altre entrate aggiuntive, non potrà incassare l'importo massimo. In caso contrario, al contrario, verrà progressivamente ridotta fino a raggiungere l'importo minimo di tale assistenza sociale ai pensionati.

D'altra parte, può anche accadere che più beneficiari di questo tipo di pensione coesistano in una famiglia. In tal caso, la remunerazione di questo tipo di pensionamento varierà sostanzialmente e secondo i seguenti scenari che proponiamo di seguito:

  • Due beneficiari di pensione non contributiva: 4633,18 euro all'anno per beneficiario.
  • Tre beneficiari di pensione non contributiva: 4109, 28 euro all'anno per beneficiario.

Dove formalizzare queste sovvenzioni?

Un altro aspetto da tenere in considerazione d'ora in poi è dove andare per richiedere la pensione non contributiva. Ebbene, le procedure amministrative possono essere svolte in Uffici di previdenza sociale, IMSERSO o presso gli uffici dei Servizi Sociali della tua comunità autonoma di residenza. Per cui sarà assolutamente necessario fornire tutti i documenti necessari per la raccolta di queste percezioni. Dove in alcuni casi sarà necessaria anche la dichiarazione dei redditi degli ultimi anni.

Entro da uno a tre mesi Risponderanno a questa richiesta. Nel senso, se si incontrano tutte le caratteristiche per raccogliere questa pensione speciale. Se è così, potrai avere questo reddito in un periodo di tempo non eccessivamente lungo. Anche se in qualsiasi momento il suo importo può variare, a seconda delle novità che ti vengono presentate rispetto al reddito che puoi avere in questo periodo della tua vita. Con un carattere indefinito in termini di sviluppo di questo pagamento ufficiale in pensione.

Rivalutazione nel 2018

In ogni caso la pensione non contributiva verrà rivalutata in questo anno dello 0,25%. Le persone che soddisfano i requisiti sopra descritti devono presentare il modulo di domanda debitamente compilato insieme alla documentazione necessaria che è dettagliata in ogni modulo. Sarà formalizzato nei suddetti centri ufficiali. Ma affinché tu abbia più comodità per gestire questo processo, i modelli possono essere scartati tramite Internet poiché sono completamente validi.

Tieni presente che questo tipo di vantaggi economici sono destinati a coloro che lo sono in una situazione di necessità tutelabile. In altre parole, mancano di risorse sufficienti per il loro sostentamento nei termini legalmente stabiliti. Sebbene non possano contribuire abbastanza tempo per raggiungere i benefici del livello contributivo. In ogni caso, ci sono diverse modalità in questi benefici e sono rivolti a segmenti sociali rilevanti come la disabilità e il pensionamento.

Pensionamento e invalidità

disabilità Si intende pensionamento ordinario, pensionamento anticipato per possesso dello status di socio comune, pensionamento anticipato senza avere lo status di socio comune, pensionamento anticipato derivante da cessazione non volontaria del lavoro, pensionamento anticipato per volontà del lavoratore, pensionamento anticipato per riduzione dell'età minima dovuta allo svolgimento di attività faticose, tossiche e malsane, pensionamento anticipato dei lavoratori con disabilità, pensionamento parziale, pensionamento flessibile e pensionamento straordinario a 64 anni.

Un altro aspetto da valutare deriva dal fatto che sia le pensioni contributive che le pensioni non contributive coprire i casi di invalidità e pensionamento. I primi coprono anche l'invalidità permanente (invalidità totale, assoluta e grave) e la morte (vedovanza e orfanotrofio a favore dei familiari). Si rivolgono a segmenti sociali rilevanti come la disabilità e la pensione.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.