Buoni debiti, crediti inesigibili e debiti per generare reddito

 

Impara a differenziare i debiti buoni da quelli inesigibili Sappiamo tutti che ogni persona ha una personalità. A loro volta, si relazionano con il mondo in modo diverso, qualcosa che si trasmette anche nel loro rapporto con le finanze. Non prestare loro molta attenzione ti fa andare più alla deriva, il contrario di chi cerca di controllarli e gestire al meglio la loro situazione economica. Ci sono piccole spese e grandi spese, proprio come piccoli debiti e grandi debiti. Ma la domanda è: come fai a sapere se si tratta di crediti inesigibili o buoni?

Nell'articolo che ci riguarda impareremo a differenziarci qual è il tipo di debito da cui dovremmo scappare, e quale è accettabile o addirittura buono per noi. Come approfittare di un debito, o come determinare, se necessario, fino a che punto possiamo tollerare un certo livello di indebitamento.

Debito tossico

i crediti inesigibili sono spesso causati da acquisti impulsivi

A questo gruppo appartengono ora i debiti originati da desideri che vogliamo soddisfare. Generalmente causato dall'impazienza. È uno dei tipi più comuni di debito che ci sia, a causa dei suoi importi solitamente bassi. A sua volta, questo lo rende altamente pericoloso, poiché di solito non porta alcun beneficio.

Immaginiamo che ci sia un nuovo Smartphone che vogliamo acquistare. Non abbiamo i soldi, ma il negozio o la carta di credito ci permette di acquistarli. Un altro esempio, una nuova TV. Non abbiamo i soldi per comprarlo e, a meno che non abbiamo un televisore rotto, c'è chi può indebitarsi per averne uno nuovo pur avendone uno che funzioni, anche se è più vecchio. Questi sono esempi di crediti inesigibili, e se sono accoppiati con un alto interesse persino peggio.

Nel peggiore dei casi, a volte il debito eccede la vita utile del prodotto o servizio per ciò che è stato contratto. Ad esempio, una vacanza. Ha senso pagare una lettera che, anche se piccola, appartiene a una vacanza vissuta 3 anni fa, di cui poco si ricorda?

Pratiche per evitare di cadere in debiti tossici

  • Disciplina. Avere una routine di risparmio. Inizialmente non deve essere molto se non puoi. L'importante è non perdere l'abitudine.
  • Non cadere nei capricci. Non indebitarti su prodotti che già possiedi. Quando avrai dei soldi e potrai permetterteli, sarà il momento.
  • Alto interesse. Non cadere in debiti ad alto interesse, non importa quanto piccoli. Un grande gruppo di loro può strangolare la tua economia.

Buon debito

buon debito è tutto ciò che riporta benefici futuri

Sebbene la parola "debito" sia solitamente associata a qualcosa di cattivo o indesiderabile, la verità è che, a seconda dell'uso che ne fa un debito, può essere buono. Successivamente, vedremo le caratteristiche che spiccano maggiormente in questo tipo di debito.

  • Sono usati per acquistare beni. Un debito destinato all'acquisto di un locale, di un'auto d'epoca o anche di un'opera d'arte può essere considerato un buon debito. Questi tipi di attività tendono ad apprezzarsi nel tempo e, a meno che non sia stato pagato un prezzo eccessivo, è più redditizio che acquisire debiti per andare in vacanza.
  • Generano reddito. I buoni debiti possono riportare reddito. L'esempio più comune è l'acquisto di una casa in affitto. Ma puoi inserire qui anche quei corsi accademici o master che ti aiuteranno ad affrontare al meglio la tua carriera professionale. Non solo, un debito per acquisire un'attività redditizia è anche un buon debito.
  • Più soldi vengono generati per i tuoi investimenti. E questa è la parte più interessante dei buoni debiti, ti permettono di arricchirti più velocemente. Questo può essere controintuitivo e poco logico, ma se riesci a ottenere una redditività maggiore rispetto ai pagamenti mensili che fai per averlo, allora sta andando nella giusta direzione. Lo vedremo dopo.
Articolo correlato:
9 chiavi per non indebitarsi nel mercato azionario

Guadagna con i debiti

Hai sicuramente sentito il termine "leva". Si tratta di essere in grado di spostare una quantità di denaro maggiore di quella che hai. È ampiamente utilizzato nei mercati finanziari, ad esempio con prodotti come CFD e futures. Il problema è che le perdite, nel caso in cui ci sbagliassimo, possono superare il nostro capitale in questi casi. In altre parole, questo sarebbe sovraindebitamento. Qualcosa da evitare.

Un modo semplice e salutare per sfruttare sta nel chiedere un credito importo simile a quello che abbiamo a disposizione. Questo credito in questione, oltre a cercare di ammortizzarlo, mira ad ottenere un ritorno su di esso. Può essere utilizzato per una casa, un'attività, una licenza per un'attività o qualsiasi cosa da cui vogliamo ottenere un reddito passivo. Vediamolo meglio con un esempio.

come generare reddito sfruttando un buon debito

Sfrutta con una casa in affitto

Per capire l'idea e semplificarla, trascurerò le spese derivanti dall'acquisto e dalla formalizzazione del mutuo.

Immaginiamo che per eredità, lotteria, risparmio o qualunque sia il motivo, abbiamo 140.000 euro sul conto. Abbiamo la possibilità di acquistare un appartamento del valore di 140.000 euro, lo stesso importo. Ci sono due opzioni per acquisirlo. Uno è pagarlo in contanti e l'altro pagando un credito che dà il 20% di anticipo che la banca richiede. Che differenze ci sono?

  1. Pagato in contanti. Abbiamo comprato l'appartamento per 140.000 euro e l'abbiamo messo in affitto per forse 650 euro. Questo ci darebbe 7.800 euro lordi all'anno, ovvero un rendimento annuo del 5,57%. La parte buona, non abbiamo debiti. La parte brutta, il conto bancario rimane vuoto inizialmente.
  2. Chiediamo un mutuo. Diamo 28.000 euro di acconto, e abbiamo una lettera per 30 anni al 2% di 450 euro al mese (tasse derivate dall'acquisto già incluse). Oltre al fatto che una parte dell'appartamento viene pagata con l'affitto, abbiamo un profitto lordo di 200 euro al mese, cioè 2.400 all'anno. Sui 28.000 euro inizialmente pagati, si tratta di un ritorno dell'8,57%. Visto anche in altro modo, il mutuo ci permette di ottenere un reddito maggiore del capitale che abbiamo spostato. Inoltre, se abbiamo problemi durante il corso, lo facciamo sempre avremo soldi sul conto bancario.
Articolo correlato:
Mutuo fisso o variabile?

Questo esempio, che è più illustrativo che pratico, serve a mostrare come il capitale può muoversi nella giusta direzione se si dispone di un buon controllo finanziario. Non avrebbe senso chiedere un mutuo e sull'importo che non abbiamo chiesto di spendere per altri capricci, comincerebbe ad essere rischioso di fronte a qualsiasi evenienza futura. Tuttavia, non spendere il capitale ci permette anche di far fronte a eventuali fuoriuscite o se c'è un surplus, investilo in qualcos'altro di nostro interesse. In questo modo si conclude che un debito ben utilizzato può generare reddito e far crescere il capitale più rapidamente.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   OSCAR LONDRA suddetto

    QUESTE TIPOLOGIE DI ARTICOLI SONO STRAORDINARIE, SI IMPARANO E GIUSTIFICANO ED AMPLIANO IL MODO DI VEDERE IL MONDO FINANZIARIO. Ti suggerisco di illuminarci sulle criptovalute e su quanto sia redditizio fare un investimento in futuro, sebbene qualsiasi investimento sia rischioso.