Effetti futuri della robotica e delle nuove tecnologie sull'occupazione

robotica e occupazione delle nuove tecnologie

Adattati ai cambiamenti drastici, bruschi e radicali che le nuove tecnologie e robotica potrebbe esercitarsi in qualsiasi area, non sarà mai semplice o facile da risolvere.

Le alterazioni e gli effetti generati da questo tipo di fenomeno possono scoppiare senza compassione in un ambiente specifico e la confusione può diventare immediata.

L'influenza di un tale evento ha la capacità di essere dispiegata in molte aree dell'esistenza umana.  Il mondo del lavoro (aziende e lavoratori) Ne è un esempio, al tempo stesso la sua ripercussione influenzerà l'economia personale e familiare, anche di paesi e regioni.

Indubbiamente è già un file affari di oggi, con potenziale per influenzerà domani gran parte della società.

Digitalizzazione dell'occupazione, tecnologia dirompente, robotizzazione: Questi sono alcuni termini in relazione a questo problema in cui la riflessione diventa imperativa.

L'essere umano, un prodotto della sua creatività intrinseca, è stato in grado nel corso della storia di fare passi da gigante nelle scoperte e nella tecnologia, ma tra salti e limiti deve definire e curare in dettaglio il suo livello di azione, poiché tende a esserci molta forza e potenziale accumulato nelle sue scoperte e progressi, che potrebbe diventare un boomerang che finisce per danneggiare il suo stesso autore.

Solo per citare l'energia nucleare e tutti gli effetti positivi e distruttivi che ha avuto sul pianeta, e poiché è un'invenzione umana la capacità di sfruttarla; è sufficiente per avvertirlo strategia riflessiva dovrà essere accompagnato dal progresso, in modo da non perdere o, in ultima analisi, fortemente influenzato.

Ci avviciniamo a questo articolo con un titolo che si riferisce al nuove tecnologie, robotica, intelligenza artificiale y effetti sull'occupazione che sono già in fase di implementazione, ma la cui incidenza sarà progressivamente rafforzata con il passare degli anni.

Analizziamo l'argomento da alcuni spigoli interessanti, che appaiono con conclusioni forse apparentemente contraddittorie, e possiamo visualizzare e ragionare su come ci influenza, a che livello, vantaggi - svantaggi e se riusciamo a bilanciare i suoi effetti positivi e negativi, almeno pensiamo nel modo in cui la questione viene affrontata oggi.

Tecnologie dirompenti e creazione di posti di lavoro

robotica e occupazione delle nuove tecnologie

Le tecnologie dirompenti, chiamato anche innovazioni dirompenti, sono quelle tecnologie e innovazioni che provocano grandi o piccole modifiche, con la tendenza a scomparire oa rendere obsoleti meccanismi, dispositivi e prodotti.

In questo modo è possibile competere efficacemente contro le tecnologie dominanti in un dato momento, stabilirsi e consolidarsi in un mercato.

Nelle innovazioni dirompenti, se analizzate a breve termine, si potrebbe sostenere che c'è un'alta probabilità che si verifichi un aumento della disoccupazione in settori specifici. Sebbene sia necessario affermare, che considerando il lungo termine, quando si verifica un aumento della produttività, si potrebbero creare posti di lavoro.

I robot e l'intelligenza artificiale avranno un impatto sulla società e sull'occupazione

L'intelligenza artificiale e la robotica saranno le prossime salto che l'umanità darà, paragonabile solo alle rivoluzioni industriali che all'epoca cambiarono il mondo.

Trattando il tema dei robot e dell'intelligenza artificiale, abbiamo iniziato ad avvicinarci al potenziali pericoli e forze, che può andare di pari passo con le invenzioni umane.

Forse ci stiamo avvicinando a un futuro in cui nella società, avere un lavoro in sé non avrà senso per valutare se una persona ha il diritto di mangiare. Si dice che molto probabilmente, la mancanza di lavoro diventa consistente sul pianeta per questi motivi citati.

Forrester, una società di ricerche di mercato, ha affermato che è probabile circa 25 milioni di posti di lavoro potrebbero scomparire in dieci anni, prodotto ai progressi tecnologici.

Quando arrivano i robot e l'intelligenza artificiale, e arrivano sul serio, con tutta la forza e le ripercussioni che avranno sull'economia, la società e l'occupazione; allora non rimarrà che ripensare a questioni di questo tipo, se non è stato fatto con largo anticipo.

Molti vedono il futuro positivamente, e dicono che non rimarrà altro che adattarsi e reinventarsi sulla tecnologia.

È intelligente avvicinarsi a questi scenari con informazioni sufficienti. In ogni caso, anno dopo anno diventeranno più ogni giorno nelle nostre vite questo tipo di tecnologia e il processo di assimilazione cresceranno.

Quando arrivano i cambiamenti, molte questioni relative a fiscalità, economia e occupazione. L'impatto dell'intelligenza artificiale sulla società sarà molto forte.

Alcuni esperti assicurano che i file robots non sostituiranno i lavori per se stessi. Cioè, non saranno pensati o progettati per questo scopo, ma piuttosto per sostituire i compiti.

L'obiettivo sarà quello di riuscire a soppiantare quei compiti o attività ripetitive o che richiedono una grande precisione, un problema che la tecnologia sarebbe in grado di fornire.

Non deve essere necessariamente un male, ma fai attenzione!

robotica e occupazione delle nuove tecnologie

Quando l' digitalizzazione si impegna nel lavoro, l'efficienza e i livelli di produttività possono essere notevolmente aumentati, e anche i posti di lavoro possono aumentare.

Si dice che se la Spagna investirà abbastanza in questo fino al 2020, potrebbero essere generati 250 nuovi posti di lavoro ogni anno. Questo è stato detto da CEOE (Confederazione spagnola delle organizzazioni imprenditoriali).

Altri esperti ritengono che stime di questo tipo siano troppo ottimistiche. Concordano sul fatto che è corretto che le innovazioni tecnologiche siano in grado di generare ricchezza e occupazione, ma non in così poco tempo.

Al di là anche di questo, c'è l'opinione che non sia proprio l'esistenza di un Paese più tecnologico e digitale produrrà più occupazione, Se non il contrario.

Le aziende che fanno investimenti significativi nella digitalizzazione e nelle ultime tecnologie avranno un'elevata produttività, ma allo stesso tempo avranno bisogno di meno lavoratori.

Altri esperti suggeriscono che la digitalizzazione e il progresso tecnologico in modo accentuato non sono precisamente ciò che deve portare la società a una situazione di disoccupazione in costante aumento.

Se la produttività aumenta, ci sarà un maggiore volume globale di ricchezza, producendo in questo modo nuove richieste e altri lavori in attività dissimili.

C'è un altro problema ed è legato al fatto che i lavori che hanno un rapporto importante con le tecnologie digitali richiederanno a adeguata capacità creativa e anche abbastanza formazione.

Chi non è stato coinvolto in questo tipo di tecnologia richiederà un certo periodo di tempo per poterle utilizzare. Questi progressi dovranno essere accompagnati da un lavoro sociale e da un forte investimento nei cittadini.

¿La tecnologia può renderci razzisti?

robotica e occupazione delle nuove tecnologie

Il Giappone è un paese e una società veramente sofisticati in senso tecnologico. Si relazionano meglio con i robot nelle loro fabbriche che con gli immigrati che competono per un lavoro. È questo il razzismo? … Resta da vedere.

L'analisi si complica quando si analizza a fondo l'elevato valore che la tecnologia e tutte le relative innovazioni in questo mezzo forniscono ai prodotti, consentendo qualità e differenziazione dell'eccellenza.

Il settore tecnologico potrebbe creare posti di lavoro

Non pochi specialisti sostengono che i problemi dell'occupazione e del suo ambiente generano di per sé cambiamenti che vengono costantemente eseguiti in diversi scenari. Da un lato i posti di lavoro diminuiscono a causa della crisi in diversi paesi, ma allo stesso tempo ci sono creare posti di lavoro che prima non esisteva.

Il settore della tecnologia e della R & S & i (ricerca, sviluppo e innovazione) ha un grande potenziale per generare posti di lavoro. Perché un paese si sviluppi e lo faccia in modo impetuoso, ha bisogno di produrre conoscenza scientifica e tecnologica, così come le sue aziende sono fortemente proiettate in R + S + i. La trasformazione digitale avrà molto a che fare con questo.

Tutti gli sforzi che i paesi compiono per promuovere la tecnologia e gli investimenti in innovazione e sviluppo, favorirà la creazione di posti di lavoro. Ne sono un esempio quelli relativi alla biotecnologia, alle TIC (tecnologie dell'informazione e della comunicazione) e al commercio elettronico.

In Spagna, È già stato detto dagli esperti che il file settore tecnologico sarà uno di quelli che genereranno il maggior numero di posti di lavoro a breve termine.

Tempo di reazione e adattamento al cambiamento Ci darà tempo?

robotica e occupazione delle nuove tecnologie

Paesi del mondo hanno subito estinzioni di posti di lavoro in momenti specifici della loro storia. L'economia mondiale ha subito transizioni radicali come è stato il passaggio da un'economia rurale a un'economia industriale.

Negli USA, ad esempio, questo evento è stato osservato nel periodo (1870-1970) con una durata di 100 anni. In quel momento sono scomparsi vicino al 90 per cento dei posti di lavoro dalle zone rurali.

In questo stesso paese e nella fase tra il 1950 e il 2010, a seguito del progresso tecnologico, circa 75% dei posti di lavoro nelle fabbriche.

Una delle conseguenze viste direttamente correlate a questo fenomeno è stata l'emergere di una “economia dei servizi”. Anche allora, la maggior parte dei posti di lavoro proveniva dal settore dei servizi e non dal settore produttivo.

La nostra situazione oggi diventa più complessa, perché un periodo di adattamento così lungo non è fattibile come quello contato negli esempi citati, 60 o 100 anni.

Sarà necessario essere in grado di farlo adattare in 10 o 15, altrimenti potremmo trovarci in grossi guai, molto probabilmente affrontando la più grande crisi di disoccupazione di tutti i tempi.

Abbiamo visto che non tutte le opinioni sono simili, che il problema non è semplice, e che il pianeta e la società sono in rotta verso questo fenomeno, già considerato inevitabilmente.

Forze sociali e politiche, oltre al campo degli affari, dovrebbero essere coordinati in modo che questo salto sia coerente e gli effetti sull'occupazione sono ridotti al minimo, riuscendo ad adattarsi al cambiamento che sta arrivando, nel modo migliore e più intelligente possibile.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.