Cosa sono gli indici azionari?

Cosa sono gli indici azionari?

Sicuramente conosci lo Stambecco, il Nasdaq ... Quello che potresti non sapere è esattamente a cosa si riferiscono questi termini. Bene, questi sono indici azionari, sai cosa sono?

Successivamente andremo a chiarire cosa sono gli indici azionari, quali funzioni hanno, nonché i tipi che esistono oggi. Se sei interessato all'argomento, non esitare a continuare a leggerlo.

Cosa sono gli indici azionari?

indici azionari

Indici azionari, noto anche come indice azionario, sono in realtà indicatori che aiutano a conoscere quale sia stata la variazione di prezzo delle attività quotate, purché soddisfino una serie di caratteristiche.

In altre parole, stiamo parlando di un valore di riferimento che ti offre un insieme di valori quotati in borsa su quel determinato elemento, in modo tale che tu possa vedere come è cambiato di prezzo nel tempo con un solo sguardo .

Questo valore numerico serve soprattutto perché la persona possa avere un'idea di come sta andando lo stato dell'azienda che sta analizzando, in modo tale da poter vedere se è un buon momento, o al contrario, se è meglio non investirci.

Tra i tanti indici azionari che esistono oggi, il più antico è il Dow Jones Transportation Average, un indice che fu creato il 3 luglio 1884 da Charles Dow (da cui il nome), giornalista e appunto fondatore del Wall Street Journal. Attualmente è composta da 11 aziende di trasporto di cui 9 ferroviarie.

Funzioni degli indici azionari

Funzioni degli indici azionari

Ora che sai cosa sono gli indici azionari, è molto probabile che tu abbia un'idea di quali siano gli obiettivi. Ma per rendere più chiaro, queste funzioni sono suddivise in quanto segue:

  • Aiutano a misurare le prestazioni. Cioè, essendo in grado di vedere la variazione di prezzo che ha un'azienda, puoi sapere se è una buona opzione per lavorare con essa o meno. Questo permette ai manager di fare un lavoro migliore.
  • Permette di sapere se c'è redditività o rischio nel mercato. Pertanto, vedendo le diverse variazioni di prezzo puoi sapere se è un buon momento per lavorarci o meno.
  • In alcuni casi, indici azionari diventano la base dei prodotti di investimento.
  • Permette di misurare un'attività finanziaria. Ovviamente non è un indicatore affidabile al 100%, quasi nessuno lo è, ma puoi fare una beta (cioè un test) ottenendo quei valori variabili per prendere le decisioni più appropriate.

Tipi di indici azionari

Se ricordi l'inizio, lo saprai Non esiste un solo indice azionario, ma molti di essi. Gli esperti possono valutarli in molti modi diversi, anche se i più comuni sono solitamente 3. Questi sono:

Secondo la sua origine

Nello specifico, si basano sulla provenienza o sul luogo in cui operano questi indici. Che classificazione si ottiene?

  • Nazionali. Quando le risorse con cui lavorano appartengono a un solo paese.
  • Internazionale. Quando i beni sono in più paesi esteri. Non importa se è solo uno e gli altri sono nello stesso paese, per quello sarebbe già internazionale.
  • Globale. Questo differisce dal precedente in quanto gli asset non sono concentrati in pochi paesi esteri ma sono sparsi in tutto il mondo.

Secondo la compagnia

La seconda classificazione più utilizzata è il tipo di azienda che è. In questo caso parliamo di:

  • Indici di settore. Quando le aziende che compongono gli asset sono focalizzate su un settore specifico.
  • intersettoriale. A differenza degli altri, qui non avresti un solo settore ma ce ne sarebbero diversi.

In base al tipo di attività

Infine, l'ultima delle classificazioni più comuni riguarda gli asset con cui lavoriamo, classificando gli indici in:

  • Di reddito variabile. Quando le attività sono principalmente azioni.
  • Affitto fisso. In cui entrano in gioco i vincoli e gli obblighi. In questo secondo caso sarebbero di qualsiasi tipo.
  • Materiali grezzi. Nello specifico parliamo di argento, petrolio, oro...

Quali indici azionari ci sono nel mondo

Quali indici azionari ci sono nel mondo

Parlare di tutti gli indici azionari può essere piuttosto noioso e noioso. Tuttavia, è vero che ce ne sono alcuni che vengono utilizzati di più (o sono più conosciuti).

Ci riferiamo a Dow Jones (negli Stati Uniti); Nasdaq (anche negli USA); Eurostoxx50 (in Europa); Nikkei (Giappone); o l'Ibex35 (in Spagna, e la principale che comprende 35 società con una capitalizzazione e liquidità abbastanza elevate).

Ora, questi che abbiamo menzionato non sono affatto gli unici che esistono. Infatti, a seconda del paese (o continente) possiamo trovare più di un rappresentante. Per esempio:

Nel caso di Stati UnitiOltre al Dow Jones e al Nasdaq, un altro dei più conosciuti e utilizzati è l'S&P 500, che, come indica il dato, è composto da 500 società del New York Stock Exchange e dal Nasdaq, tra i più grandi del Paese.

Se andiamo a EuropaCi sono tre indici azionari che devono essere presi in considerazione. Siamo:

  • Dax 30, di origine tedesca e che comprende 30 società, le più importanti della Borsa di Francoforte.
  • FTSE 100, originario di Londra, e con le 100 aziende più importanti. Come Dow Jones, questo indice azionario è stato creato da un quotidiano, il Financial Times.
  • CAC 40, sempre con 40 società, solo dalla borsa francese.

Tornando alla parte di America, Ma in questo caso al sud, i principali indici di borsa, che generalmente non vengono presi in considerazione (almeno in Spagna), sono:

  • Bovespa, di origine brasiliana e composta da 50 società della Borsa di San Paolo.
  • IPC, messicano e controllato da Carlos Slim.
  • IBC Caracas, che è l'indice principale in Venezuela ed è composto da 16 società.
  • IGBVL, dal Perù.
  • Merval, dall'Argentina dove si trovano le più importanti società della Borsa di Buenos Aires.
  • IPSA, dal Cile.
  • MSCI America Latina. È uno degli indicatori del mercato azionario internazionale poiché ha società provenienti da Brasile, Perù, Messico, Cile e Colombia

A livello asiaticoOltre al Nikkei, degni di nota sono anche l'indice SSE Composite, il più importante in Cina; KOSPI, dalla parte sudcoreana; BSE Sensex, dall'India; o Indice Hang Seng, da Hong Kong.

Ora sei più chiaro su cosa sono gli indici azionari?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.