IPC: cos'è e come influenza gli investimenti?

ipc

Uno dei termini economici più utilizzati al momento è l'IPC. Ma conosciamo davvero il suo vero significato? Ebbene, corrisponde all'acronimo per indice dei prezzi al consumo, ed è il valore numerico che riflette il variazioni subite dai prezzi in un dato periodo. Con una certa influenza sui mercati azionari e sull'evoluzione dei valori delle azioni. Da questo scenario generale, può diventare un parametro molto affidabile per entrare o uscire dai mercati finanziari con certe garanzie di successo.

Il CPI è anche un'informazione molto importante per la revisione dei salari e delle pensioni nel nostro Paese. Essendo determinante per la sua crescita, soprattutto se i livelli dell'indice dei prezzi al consumo sono molto alti. Anche per determinare il file politica monetaria di un paese o di un'area geografica, e in questo senso il miglior esempio è il ruolo che la Banca centrale europea (BCE) sta sviluppando per promuovere la crescita nell'area dell'euro. E prima per uscire dalla grave crisi economica avvenuta tra il 2007 e il 2008.

D'altra parte, anche l'indice dei prezzi al consumo è molto determinante per avere come fonte di riferimento ciò che è comunemente noto come "carrello della spesa". Perché in effetti, attraverso il CPI sappiamo come è l'evoluzione di questa parte importante della cosiddetta economia domestica. E in ogni caso influenzerà la preparazione del budget familiare o personale, come tutti gli utenti sanno. Pertanto, l'indice dei prezzi al consumo ha molte più implicazioni di quanto si possa immaginare dall'inizio.

Evoluzione dei prezzi al consumo

mutui

Il tasso annuo dell'indice generale dei prezzi al consumo (IPC) nel mese di gennaio è dell'1,0%, due decimi inferiore a quello registrato il mese precedente, secondo gli ultimi forniti dall'Istituto Nazionale di Statistica (INE). influenza negativa che risaltano nella diminuzione del tasso annuo sono i seguenti:

Alimenti e bevande analcoliche, che diminuisce la sua variazione annua di quattro decimi e la pone allo 0,9%, per la stabilità dei prezzi di pesce e crostacei, rispetto al rialzo registrato nel 2018. Si segnala inoltre, seppur in senso inverso, l'aumento del i prezzi dei legumi e degli ortaggi, che sono diminuiti lo scorso anno, secondo questo rapporto ufficiale.

Trasporto, con un tasso del –0,2%, quattro decimi inferiore a quello del mese precedente, in conseguenza del fatto che i prezzi di carburanti e lubrificanti sono aumentati meno questo mese rispetto a gennaio 2018.

Tempo libero e cultura, la cui variazione annua è diminuita di otto decimi, a –0,9%, per effetto della diminuzione dei prezzi dei pacchetti turistici, maggiore in questo mese rispetto a gennaio dell'anno precedente.

Impatto negativo sull'indice

In questo senso, ci sono alcuni segmenti che hanno generato dati meno soddisfacenti in questo periodo e che hanno avuto un impatto sul costo della vita che è cresciuto. Ad esempio, è quello che esponiamo di seguito:

Abito e calzature, con un tasso del –15,4%, che riflette l'effetto dei saldi invernali. Il suo impatto sull'IPC generale è –1,037.

Tempo libero e cultura, la cui variazione del –2,3% ha un effetto di –0,190, ed è motivata, per la maggior parte, dalla diminuzione dei prezzi dei pacchetti turistici.

abitazione, che ha presentato un tasso di –0,6% e un effetto di –0,076, per effetto del calo dei prezzi del gas e, in misura minore, del gasolio per riscaldamento ed elettricità.

Trattamento, che pone la sua variazione a –0,5%. In questa evoluzione spicca la riduzione dei prezzi degli articoli tessili per la casa. L'impatto di questo gruppo sull'indice generale è –0,028.

Hotel, bar e ristoranti, il cui tasso del –0,2%, che ha un effetto di –0,022, è determinato dalla diminuzione dei prezzi dei servizi di alloggio. Da segnalare, anche se in senso inverso, l'aumento dei prezzi per i ristoranti.

Tariffe per comunità autonome

cestino

Un altro degli aspetti più rilevanti da tenere in considerazione nell'indice dei prezzi al consumo è che non è uniforme. In caso contrario, al contrario, varia da una comunità autonoma all'altra ea volte con un'intensità che attira molta attenzione, sia sugli economisti che sugli utenti stessi. In questo senso, e secondo gli ultimi dati ufficiali forniti dall'Istituto Nazionale di Statistica (INE), è chiaro che il tasso annuale del CPI è diminuito in 14 comunità autonome a gennaio rispetto a dicembre ed è rimasto nelle restanti tre.

La maggiore diminuzione si verifica in Castilla-La Mancha, con un calo di cinque decimi. Da parte loro, le comunità che mantengono il loro tasso annuale sono Illes Balears, Comunidad Foral de Navarra e País Vasco. Come segno della flessibilità dell'economia e che l'intero CPI nel suo insieme determina uno dei parametri più rilevanti sullo stato di salute di un'economia nazionale. Come ad esempio, in questo caso quello spagnolo. Al di là di altre considerazioni tecniche che dovrebbero essere analizzate in un altro articolo sull'indice dei prezzi al consumo.

Indice dei prezzi armonizzato (IPCA)

È un'altra variante dell'indice dei prezzi al consumo e fa riferimento a un indicatore statistico di particolare rilevanza e il cui obiettivo è fornire una misura comune dell'inflazione che consenta di effettuare confronti internazionali. Così che in questo modo è anche possibile esaminare la conformità in questa materia richiesta dal Trattato di Maastricht per l'ingresso nell'Unione monetaria. Da questo punto di vista è forse un parametro economico che incide maggiormente sul costo della vita in un Paese.

Si segnala, invece, che lo scorso gennaio il tasso di variazione annuo dell'IPCA si è attestato all'1,0%, due decimi inferiore a quello registrato il mese precedente. Pertanto, la variazione mensile dell'IPCA in questo periodo analizzato è del –1,7%. Mentre al contrario, nel mese di gennaio il tasso di variazione annuo del CPI a Tasse costanti (CPI-IC) si attesta allo 0,9%, un decimo in meno rispetto a quello registrato dal CPI generale. Il tasso di variazione mensile del CPI-IC è stato –1,4% in questo periodo analizzato. Da parte sua, l'IPCA a tassazione costante (IPCA-IC) presenta un'aliquota annua dell'1,0%, uguale a quella dell'IPCA.

Indici di prezzo diversi

dinero

Come potresti aver visto in questo articolo, una delle caratteristiche del CPI è che è presentato in diversi formati, come Constant Taxes (IPCA-IC). E questo aiuterà ad avere una visione molto più reale dello stato delle economie familiari. Non sorprende che solo il aumento del carrelloMa lo stato reale dei mutui ipotecari o anche della spesa che avviene nei prodotti farmaceutici. E che può servire ai governi per adottare misure economiche o anche misure sul lavoro o aiuti ai settori più svantaggiati della società.

Pertanto, l'indice dei prezzi al consumo è molto più rilevante di quanto molti utenti credano inizialmente. A differenza del tuo influenza sugli investimenti sviluppato nei mercati azionari. Dove la sua incidenza sta diminuendo per diversi motivi che saranno oggetto di altri articoli. In ogni caso, non aiuta eccessivamente i valori di borsa a salire o scendere in base a questi parametri economici. Come si è visto nei principali indici dei mercati azionari.

Risultati aziendali in borsa

I risultati puramente aziendali delle società quotate sui mercati azionari hanno un impatto molto maggiore sul mercato azionario. In questo senso, un'informazione molto importante è che le società che compongono l'Ibex 35 hanno chiuso lo scorso anno con a aumento dei profitti. Questi dati includono i risultati delle 35 società che compongono il selettivo. Le società quotate sono riuscite a superare trimestri più complessi e il difficile contesto economico che stanno attraversando. Ma il tasso di crescita del suo profitto è rallentato rispetto ai dodici mesi del 2017.

Le imprese del settore elettrico hanno nuovamente trainato i profitti, con incrementi intorno al 5%, e con una crescita dei ricavi del 9%, contro il 4% dei costi. Si tratta di dati che sono più seguiti dai piccoli e medi investitori che hanno un impatto maggiore sulla salute economica delle aziende stesse che sull'aumento del costo della vita. E ciò può essere applicato anche ad altri mercati azionari internazionali, come è stato dimostrato negli ultimi anni. E questo determina che un momento c'è una pressione di acquisto o vendita.

Le società quotate sono riuscite a superare trimestri più complessi e il difficile contesto economico che stanno attraversando. Ma il tasso di crescita del suo profitto è rallentato rispetto ai dodici mesi del 2017.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.